Coltivazione

AskEd®

Per: Soft Secrets, October 24, 2018

Sto cercando consigli su come coltivare in casa. Non ne so nulla. Da dove comincio?

M., Carteret, New Jersey

PRIMA DI PIANIFICARE una coltivazione o di acquistare qualsiasi attrezzatura dovresti leggere almeno un libro sulla coltivazione della marijuana. Ci sono svariati libri di qualità in commercio, scritti da diversi autori. Sebbene le tecniche descritte nei libri differiscano un po’, uno qualsiasi di essi migliorerà il vostro tasso di successo.

Anziché provare a iniziare una coltura utilizzando tecniche fatte di tentativi, che spesso si traducono nell’acquisto di strumentazione costosa ma superflua, seguito da insuccessi, fate leva sulle competenze degli altri per creare una coltura produttiva la prima volta. Le informazioni sono lo strumento più economico e più efficace che tu possa acquistare. Pensalo come un software per la coltivazione. Anche con strumentazione del valore di migliaia di dollari, la coltivazione non può essere seguita bene se non si sa come farlo.

Inoltre, ci sono molti video e canali video che contengono dimostrazioni di diverse tecniche e metodi di coltivazione.

Consiglio Marijuana Growers Handbook. Ti aiuterà a portare a termine una coltivazione di successo già alla prima esperienza.


Qual è il fattore più importante per ottenere erba super? Terreno, temperatura, nutrienti o altro?

Bud lover, internet

IL FATTORE PIÙ IMPORTANTE che influisce sulla qualità dell’erba che stai coltivando è la genetica della pianta. Non importa quanto venga coltivata bene una pianta, può raggiungere al massimo il proprio potenziale genetico. Il modo più economico per migliorare la vostra coltivazione è quello di trovare varietà migliori.

Le condizioni ambientali aumentano il potenziale della vostra coltivazione, o meglio, possono impedire alle piante di raggiungere il loro pieno potenziale se le esigenze di base delle stesse non vengono soddisfatte.
La luce, i nutrienti dell’acqua, la CO2 e la temperatura sono i fattori limitanti.


Le mie piante / piantine si stanno allungando, cosa devo fare?

LE PIANTE soffrono per l’insufficienza luminosa. Questo è un problema diffuso. Le piantine si stanno estendendo verso la luce alla ricerca di un’intensità luminosa maggiore.
La soluzione è quella di fornire alle piante luce più chiara.


AskEd®

Come forzare la fioritura?

La marijuana è chiamata una pianta da giorno corto perché fiorisce in risposta a un ciclo notturno lungo (scuro). La pianta misura il numero di ore di buio ininterrotto ogni notte usando un ormone chiamato fitocromo. Durante il giorno, la presenza di luce rossa mantiene il fitocromo nella sua forma attiva, il che previene la fioritura. Al buio, il fitocromo ritorna gradatamente alla sua forma inattiva, permettendo la fioritura. Quando l’ormone si sviluppa a livelli critici, il che si verifica quando il periodo di buio è abbastanza lungo, la pianta fiorisce.

Quando un coltivatore crea questo periodo fondamentale di 12 ore di buio ininterrotto in ogni ciclo di 24 ore, si dice “forzatura della fioritura”.

Quando si mantiene il regime di 12 ore di buio e di luce, la pianta passa rapidamente dalla crescita vegetativa alla fioritura. I primi fiori compaiono 5-10 giorni dopo la forzatura.


È meglio / più facile coltivare in idro o terra?

I mix di coltivazione sono in genere più indulgenti nei confronti di eventuali errori, come l’eccessiva fertilizzazione e il pH dell’acqua sbagliato.
Se segui le indicazioni, sei sensibile alle condizioni delle piante e preferisci un sistema che favorisca una crescita veloce, prova l’idro.

La scelta sta a te. Fai quello che ti fa sentire a tuo agio. La coltivazione non dovrebbe causare stress. Non esiste un modo giusto o sbagliato, a condizione che le piante siano sane e crescano bene.


AskEd®

Come si capisce se le piante sono mature?

LE PIANTE VARIANO A SECONDA DI QUANTO TEMPO impiegano a maturare in base alla varietà e alle condizioni previste. La maturazione si riconosce quando gli ovari si allontanano e si gonfiano fino a riempirsi di THC. I pilucchi bianchi chiamati stigmi essiccano e cambiano colore, le punte dei tricomi, dove sono prodotti e conservati i cannabinoidi, si riempiono di resina che tende a tendere la membrana. La resina trasparente inizia poi a diventare lattiginosa o ambrata. Allo stesso tempo l’intensità dell’odore aumenta decisamente. Le piante sono mature. È tempo di raccogliere.


AskEd®

Il CO2 funziona? Come lo si usa?

CO2 (DIOSSIDO DI CARBONIO) è un gas inerte composto da carbonio e ossigeno. In un processo chiamato fotosintesi, le piante utilizzano l’energia luminosa per scomporre l’acqua nei suoi due componenti. Ossigeno e idrogeno. Il gas dell’ossigeno viene rilasciato nell’atmosfera.

L’idrogeno si unisce al CO2 per produrre zucchero. Lo zucchero è utilizzato dalla pianta per alimentare il metabolismo, cioè il processo vitale. Ciò che avanza si lega con altri elementi come materia prima per la crescita.

L’aria contiene circa 400 parti per milione (ppm) di CO2. Tuttavia, sotto l’intensa luce delle nelle grow room, le piante possono utilizzare CO2 a un ritmo molto più elevato e crescere quindi molto più velocemente quando l’aria si arricchisce dello stesso fino a circa 1.500 ppm.

Il ritmo di crescita sale in proporzione lineare rispetto alla presenza di CO2. Ci sono due modi per somministrare CO2 alla coltivazione: utilizzare un generatore che brucia propano o gas naturale, producendo CO2, calore e vapore acqueo o utilizzare un serbatoio di CO2. I sensori che regolano le ppm di CO2 nell’aria li controllano entrambi.


AskEd®

Le foglie inferiori sono ingiallite, cosa devo fare?

Molto probabilmente le piante soffrono di carenza di azoto (N). Si tratta della carenza più comune riscontrata quando si coltiva marijuana.
Per costruire il tessuto, le piante usano N. In caso di carenza, la pianta sposta l’N dalle parti vecchie alle nuove parti. La soluzione è quella di aggiungere un fertilizzante ad alto contenuto di N.

L’azoto, il fosforo e il potassio sono sempre elencati nello stesso ordine sulle confezioni dei fertilizzanti, con la dicitura nota come N-P-K del fertilizzante.
Le foglie gialle che si presentano alla fine della fioritura non sono un problema che deve essere risolto. L’azoto di queste foglie viene utilizzato dalla pianta per far maturare le cime.


AskEd®

Come posso ridurre al minimo l’odore rivelatore della mia coltivazione?

Ci sono diversi modi per eliminare l’odore nella coltivazione. Il più semplice è quello di usare un filtro al carbonio. Puoi metterlo nella coltura per pulire l’aria che circola nello spazio.

I generatori di ioni negativi e i generatori di ozono precipitano le molecole dell’odore, lasciando l’aria fresca. Tuttavia, neutralizzano anche gli odori nelle piante, pertanto non dovrebbero essere utilizzati nella stanza di coltivazione, ma nelle stanze adiacenti o nel sistema di scarico per pulire l’aria in uscita.


AskEd®

Come controllare l’oidio?

L’oidio è endemico nelle coltivazioni di marijuana. Sembra zucchero a velo polverizzato sulle foglie. Per la prevenzione, gli spray fungicidi alle erbe e fungicidi biologici impediscono alla muffa di germinare e attaccare il tessuto vegetale.
Anche se non è patogeno, le cime infette non sono considerate utilizzabili. La maggior parte dei metodi utilizzati per concentrare la cannabis non lo eliminano.

Ecco diversi modi di controllare le piante già infette:

  • Preparare uno spray contenente il 10% di latte e bicarbonato di sodio. La ricetta: aggiungere 85 grammi circa di latte e 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio a un litro di acqua. Agitare e spruzzare.
  • Preparare uno spray a base di erbe immergendo 1 cucchiaio di origano e 1 cucchiaio di chiodi di garofano a 28 grammi circa di alcool. Lasciare in ammollo per alcune ore. Aggiungere acqua per arrivare a un litro. E aggiungere un pizzico di polvere di lecitina secca o una goccia di detersivo. Mescolare o agitare. Lasciare in ammollo ancora qualche ora. Filtrare e nebulizzare.
  • Utilizzare un fungicida a base di erbe.
  • Utilizzare un fungicida biologico come Serenade®, che utilizza s. subtilis, un batterio che si nutre di funghi, come principio attivo. Un problema nel suo utilizzo è che aumenta la conta batterica, rendendolo inaccettabile in alcuni dispensari, anche se l’ingestione degli stessi non è dannosa.
Condividi questo articolo Linkedin Pinterest

Leggi ancora

Coltivazione

L’erba magica Una pianta per salvare il mondo

Per: Soft Secrets, October 24, 2018

L’artemisia è un genere di piante angiosperme dicotiledoni, che comprende più di 480 specie differenti, appartenente alla famiglia delle Asteraceae. La maggior parte delle...

— Leggi ancora
Coltivazione

Cannabis Living Soil

Per: Soft Secrets, October 22, 2018

La continua ricerca di marijuana della migliore qualità insieme alla sensibilità dei coltivatori sempre più alta nei confronti dell’ambiente, ha aperto la strada a...

— Leggi ancora
Coltivazione

Moby Dick CBD

Per: Soft Secrets, October 19, 2018

La famosa Moby Dick, varietà Dinafem, è stata immessa sul mercato nel 2005 e da allora rappresenta uno dei fiori all’occhiello della grande banca...

— Leggi ancora
Coltivazione

Le alghe per i coltivatori

Per: Soft Secrets, October 19, 2018

Sono numerosi gli articoli già pubblicati sulle alghe nella coltivazione casalinga di cannabis, anche io qualche anno fa scrissi delle alghe brune per celebrare...

— Leggi ancora
SoftSecrets nu ook online

Soft Secrets è anche disponibile online

Interviste sull attualità ed i suoi personaggi. Articoli che vi emozionano ed immagini che vi inspirano. Ma anche rubriche sulla bellezza, la moda, la cucina, la TV, musica, arte e cinema.

Tutti i numeri
x

We use cookies to give you the best possible online experience. By agreement you allow us to use cookies as indicated in our cookies policy.