Notizie

La cannabis non fa male: lo dice l’OMS

Per: Kevin, April 23, 2018

“La cannabis utilizzata a scopi terapeutici non comporta alcun rischio per la salute ed è utile nel trattamento dell’epilessia, al posto di cure palliative e in altri casi”. Si è espressa così, dopo una lunga indagine, l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS).

Che la cannabis sia un trattamento praticabile per alleviare il dolore e in condizioni gravi come epilessia, Alzheimer e morbo di Parkinson è cosa nota, che possa addirittura essere efficace contro il cancro è un argomento di discussione continuo che viene spesso rilanciato a livello internazionale. Sulla legalizzazione di questa sostanza, però, esistono ancora molte perplessità a livello istituzionale, in quanto gli alti funzionari della sanità hanno più volte sottolineato come non vi fossero abbastanza ricerche per escludere completamente i possibili effetti negativi.

Ora però, dopo mesi di discussioni e analisi cliniche sugli effetti dei cannabinoidi, il parere dell’OMS tanto atteso è finalmente arrivato. Il testo pubblicato si concentra su un cannabinoide in particolare, il cannabidiolo (CBD), la molecola priva di effetti psicoattivi che, stando a quanto ora certifica il gran gotha della sanità, non comporta rischi di dipendenza e non causa cambiamenti dell’umore o del comportamento. La notizia, per quanto ovvia agli occhi noi affezionati, è di quelle da accogliere con gioia, soprattutto considerando che vi sono molti professionisti del settore medico che rimangono tuttora scettici sul reale rapporto rischi-benefici di questa sostanza.

L’OMS ritiene quindi che per il CBD non dovrebbe essere programmato un controllo internazionale, ovvero non dovrebbe essere proibito produrlo e destinarlo per scopi specifici, come cure mediche e ricerca scientifica, dato che non sono state trovate prove di potenziali danni nell’utilizzo. Se l’OMS avesse sentenziato diversamente, avrebbe invece avuto il potere di disporre il divieto per i medici di prescrivere canapa terapeutica a livello globale.

Come si legge nel rapporto pubblicato lo scorso dicembre dalla Commissione sulle tossicodipendenze dell’OMS: “Il CBD si è dimostrato un trattamento efficace dell’epilessia in diversi studi clinici […] Esistono anche prove preliminari che il CBD può essere un trattamento utile per un certo numero di altre condizioni mediche. […]. Le informazioni attuali non giustificano la programmazione del cannabidiolo”.

Ad oggi il CBD che si trova in commercio, acquistabile soprattutto via internet, rientra fra i prodotti classificati per la cura personale o come integratore naturale. La ricerca comincia, però, ad assumere un certo rilievo e l’obiettivo è costantemente puntato sulle proprietà dell’olio di CBD. Ora, grazie al beneplacito dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, il “cannabinoide buono” potrà finalmente vantare anche il sigillo medico ufficiale ed internazionalmente riconosciuto. A quando invece una riabilitazione su base scientifica del THC? (GD)

Condividi questo articolo Linkedin Pinterest
[pro_ad_display_adzone id=425]

Leggi ancora

Notizie

Associazione Tara

Per: Kevin, May 16, 2018

Tara, dea della compassione. Tara la verde, dea della cannabis…L’associazione Tara nasce dalla necessità di tante persone con problemi di salute. Necessità e diritto...

— Leggi ancora
Notizie

The Bulldog goes Italian

Per: Kevin, May 7, 2018

The Bulldog acquires an interest in Amsterdam Dogs Amsterdam, April 16, 2018 – In January 2018, The Bulldog has acquired a 35% interest in...

— Leggi ancora
Notizie

Soluzioni creative a problemi impellenti

Per: Kevin, May 7, 2018

Quante volte ci è capitato di avere in tasca delle cime favolose ma non aver nulla appresso per gustarle? Se uno degli effetti collaterali...

— Leggi ancora
Notizie

Che cos’è l’Italian cannabis Business School

Per: Numa Verace, November 19, 2017

Ancor prima di essere presentata al Salone internazionale della canapa che si è svolto a Milano questa settimana, la Cannabis Business School, ovvero la...

— Leggi ancora
SoftSecrets nu ook online

Soft Secrets è anche disponibile online

Interviste sull'attualità ed i suoi personaggi. Articoli che vi emozionano ed immagini che vi inspirano. Ma anche rubriche sulla bellezza, la moda, la cucina, la TV, musica, arte e cinema.

Tutti i numeri