Notizie

Boom della canapa: gli Stati Uniti riportano aumenti esponenziali delle licenze per il 2019

Per: Matteo, March 30, 2019

Dall’entrata in vigore Farm Bill, la canapa è stata ufficialmente sdoganata negli Stati Uniti d’America. La sua crescita è esponenziale in tante parti del Paese

La produzione di canapa sta crescendo esponenzialmente negli Stati Uniti, con alcuni Stati in cui i coltivatori sono stati autorizzati a iniziare la stagione di piantagione del 2019.
Vi è un altissimo aumento di interesse tra i nuovi agricoltori che cercano di capitalizzare la canapa negli stati che hanno coltivato il raccolto nell’ambito di programmi pilota.
Ecco una prima occhiata alla produzione di canapa del 2019, in cui gli stati rilasciano numeri di licenze per coltivatori e stima di superficie dedicata.

I principali stati dove la canapa ha registrato una crescita significativa
I grandi stati produttori di canapa stanno diventando più grandi:
Le proiezioni in Colorado hanno lo stato a circa 50.000 acri di canapa entro la fine del 2019, riporta il Colorado Sun.
Oregon ha il 25% in più di coltivatori autorizzati per la stagione 2019 nel 2018 totale, con una previsione di 25.414 acri di produzione, secondo il Portland Business Journal. La coltivazione della canapa in Oregon potrebbe essere più redditizia rispetto all’attuale merce, bestiame e vitelli n. 2 dello Stato, che nel 2017 valevano quasi $ 820 milioni, secondo il Bollettino (Bend).
Il Commissario per l’agricoltura del Kentucky, Ryan Quarles, ha detto che ci saranno cinque volte più coltivatori di canapa (1.047) e triplicherà la superficie approvata (più di 50.000 acri) nel suo stato rispetto al 2018. Il Kentucky ha approvato più di 6 milioni di piedi quadrati di coltivazione di canapa da serra.
Il dipartimento dell’agricoltura del Tennessee riporta più di 12 volte i 226 produttori che hanno prodotto la canapa nel 2018, secondo quanto riportato dalla stazione televisiva WKRN-TV di Nashville.
Montana, la principale fabbrica di canapa nel 2018 con 22.000 ettari piantati, sta prendendo nuove domande fino al 1 ° maggio. Gli agricoltori hanno tempo fino alla fine di maggio per decidere quanti ettari coltiveranno, il lobbista del Montana Farmers Union Chris Christiaens ha detto a Hemp Industry Daily .

Altre condizioni sulla canapa segnano una crescita enorme

Gli stati che sono più recenti nel mercato della canapa, o hanno meno agricoltori in generale, riportano anche un guadagno di superficie di 2019 mostri. Tra gli Stati che registrano forti aumenti:

– North Carolina, dove lo stato ha concesso in licenza 634 coltivatori su 7.922 acri, oltre a 3,5 milioni di piedi quadrati di spazio serra.
– Vermont, che ha concesso 427 registrazioni per produrre circa 2.711 acri di canapa.
– Alabama, dove la sua prima stagione di canapa nel 2019 ha attratto 180 agricoltori e 70 trasformatori, secondo AL.com.
Ottimismo nonostante le paure di schianto
Poiché diventa chiaro che la produzione di canapa negli USA supererà di gran lunga il 2018, alcuni avvertono che un grande calo dei prezzi è il probabile risultato.
Il Segretario dell’Agricoltura americano Sonny Perdue ha lanciato un avvertimento questa settimana che gli agricoltori della nazione potrebbero essere troppo entusiasti della canapa.
“Gli agricoltori negli Stati Uniti sono così produttivi da poter mandare in crash questo mercato prima che decollino”, ha avvertito Perdue.
I commenti di Perdue sono arrivati ​​dopo due “sessioni di ascolto” in cui i leader dell’industria della canapa hanno riferito al Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti (USDA) che cosa vogliono vedere nelle nuove regole sulla canapa a livello nazionale.
Ma i coltivatori di canapa come Kattia Jimenez a Mount Horeb, nel Wisconsin, sono più eccitati che preoccupati.
Jimenez possiede la Mount Horeb Hemp Farm, una piccola operazione fuori Madison che coltiva la canapa per l’estrazione di petrolio del CBD. Ha detto che la canapa è la sua “prima incursione nell’agricoltura” e pianterà 4 acri nel 2019.
“Sono cresciuto in canapa l’anno scorso, ed è stato un lavoro estremamente duro ma molto gratificante”, ha detto Jimenez.
Altri agricoltori e allevatori del Wisconsin sono altrettanto fiduciosi riguardo alle prospettive che la canapa offre, considerando l’enorme interesse per lo stato che ha spinto le richieste ad aumentare del 600% anno su anno, ha detto.
“Nel nostro stato, la speranza è che questa nuova coltura agricola possa aiutare i nostri allevatori che lottano”, ha detto Jimenez.
Secondo il gruppo di advocacy Vote Hemp, la superficie totale in canapa degli Stati Uniti è stata di 78.176 acri nel 2018, contro i 25.713 del 2017.

LINK

Condividi questo articolo Linkedin Pinterest

Leggi ancora

Notizie

In memoria di Nevil Schoenmakers

Per: Soft Secrets, April 3, 2019

Il Maestro dell’Haze   Molto prima dei semi femminizzati e di ogni altra varietà di haze pronta in 10 settimane, c’era un uomo che...

— Leggi ancora
Notizie

R.I.P. Neville Schoenmakers

Per: Matteo, April 2, 2019

Triste notizia per il mondo della cannabis: il “King of Cannabis” Neville Schoenmakers è deceduto. Neville è stato il fondatore della prima compagnia di...

— Leggi ancora
Notizie

Cannametro di Marzo 2019

Per: Matteo, March 31, 2019

Il Cannametro rappresenta una sorta di barometro delle notizie di cannabis italiane e internazionali. Chi sono i protagonisti e quali sono i fatti che...

— Leggi ancora
Notizie

Cannabis terapeutica, in Regno Unito simili nostrane criticità di approvvigionamento e diffidenza

Per: Matteo, March 30, 2019

In Regno Unito la cannabis terapeutica sta riscontrando una situazione di diffidenza e difficoltà di approvvigionamento per i pazienti, come purtroppo anche in Italia...

— Leggi ancora
SoftSecrets nu ook online

Soft Secrets è anche disponibile online

Interviste sull attualità ed i suoi personaggi. Articoli che vi emozionano ed immagini che vi inspirano. Ma anche rubriche sulla bellezza, la moda, la cucina, la TV, musica, arte e cinema.

Tutti i numeri
x

We use cookies to give you the best possible online experience. By agreement you allow us to use cookies as indicated in our cookies policy.