Notizie

Mujica Style

Per: Numa Verace, October 30, 2017

L’ex presidente José Mujica ha deciso di fare un cambiamento di look riguardo la sua automobile personale, ovvero di ricoprirla con una stampa di foglie di marijuana come si può vedere nell’immagine.

Il presidente dell’Uruguay ha dichiarato: “Ero stanco di tutti quelli che mi chiedevano se avevo intenzione di vendere la mia fusca”, ovvero una Volkswagen Tipo 1, quella che comunemente da noi viene chiamato Maggiolino. “ Cosi mi sono scocciato e ho deciso di tappezzarlo, tra l’altro fa bene adattarsi alle nuove generazioni“, ha proseguito Mujica che è arrivato con un gruppo di amici e, una volta aperto lo sportello, ha lasciato uscire fuori una “cappa” di fumo.

Il presidente non si è tolto gli occhiali per la durata di tutta l’intervista, forse perché aveva gli occhi un po rossi, anche se lui ha dichiarato che era a causa del sole. Le persone erano scioccate di fronte alla grande quantità di fumo che usciva dal Maggiolino, e quando Mujica stesso è uscito fuori dalla macchina alcuni hanno espresso un parere contrario a questa sua presa di posizione, sentenziando questo atteggiamento come irresponsabile.

Tra gli altri a criticarlo, Luis Lacalle Pou, esponente del Partito Nazionale e secondo figlio di un altro ex presidente uruguaiano Luis Alberto Lacalle,il quale ha sentenziato come una vergogna ciò che è accaduto e che ha dichiarato  di non tollerare questo tipo di atteggiamento in nessuna circostanza.

L’Uruguay ha permesso la coltivazione, la distribuzione e il consumo di marijuana nel 2013, superando molti altri Paesi nella corsa alla legalizzazione delle droghe leggere. Ma poi è stato molto più lento del previsto nell’applicazione della legge: l’autorizzazione alle farmacie a vendere la cannabis, che era attesa per il 2014, è stata rimandata più volte ed arriva solo tre anni dopo. La cannabis venduta nelle farmacie viene prodotta in coltivazioni riconosciute dal governo e per consumarla bisogna essere iscritti in un apposito registro. Per quanto riguarda l’auto-coltivazione invece ogni individuo ha il diritto a coltivare massimo 6 piante, per il consumo “proprio o condiviso”. Oltre alle piante in fase di coltivazione potrà detenere il raccolto dell’anno precedente: fissato in 480 grammi massimi. Vi è inoltre la possibilità di fondare “cannabis social club”, i quali devono avere tra i 15 e i 45 membri, e potranno coltivare fino a 99 piante, ma senza superare il limite di 480 grammi annui per ogni utente.

Condividi questo articolo Linkedin Pinterest
[pro_ad_display_adzone id=425]

Leggi ancora

Notizie

Non solo Barcelona – Emigrare in Spagna per una passione e non per lavoro

Per: Kevin, August 15, 2018

In questo articolo voglio riportare l’esperienza di una persona che come molti ha lasciato l’Italia per lavorare con la canapa in un ambiente più...

— Leggi ancora
Notizie

L’altra faccia del cannabusiness Americano – Razzismo e segregazione nella corsa all’oro verde

Per: Kevin, June 27, 2018

Siamo abituati a descriverlo come un mondo in cui è tutto rose e fiori, ma non è purtroppo così. La legalizzazione della cannabis negli...

— Leggi ancora
Notizie

Tolleranza e legalità – Tutti in Spagna o no?

Per: Kevin, May 25, 2018

In Spagna la cannabis è inserita in un quadro legislativo differente rispetto all’Italia: socialmente è meglio tollerata, per cui anche la legge è più...

— Leggi ancora
Notizie

Il sindacato di polizia tedesco: basta proibire la cannabis

Per: Kevin, May 15, 2018

Secondo un recente sondaggio il 34% dei tedeschi ritiene che gli adulti dovrebbero poter acquistare legalmente cannabis per uso personale nei negozi specializzati. In...

— Leggi ancora
SoftSecrets nu ook online

Soft Secrets è anche disponibile online

Interviste sull'attualità ed i suoi personaggi. Articoli che vi emozionano ed immagini che vi inspirano. Ma anche rubriche sulla bellezza, la moda, la cucina, la TV, musica, arte e cinema.

Tutti i numeri
x

We use cookies to give you the best possible online experience. By agreement you allow us to use cookies as indicated in our cookies policy.