Notizie

Cannatonic

Per: Kevin, March 21, 2017

Negli ultimi anni, si sono visti negli Stati Uniti molti ibridi e talee d’elite contenenti percentuali diverse di CBD. La Cannatonic è la base genetica da cui è nata la maggior parte di queste piante.

Nel 2014 Soft Secrets Spagna ha parlato di come l’ondata di CBD a Girona si fosse estesa alle banche di tutta Europa. È anche il tipo di genetica di cui Tikkun Olam ha rivendicato la paternità, mentre in realtà si trattava solo di una selezione di prototipi sviluppati da CBD Crew: l’articolo completo è disponibile sul numero 3 di Soft Secrets Spagna. In questo articolo abbiamo annunciato che avremmo parlato di come questa ondata avesse attraversato l’Atlantico, in particolare attraverso la varietà Cannatonic. Dopo anni di studi, ecco i risultati della nostra ricerca.

Cannatonic-1

Cannatonic

Quando parliamo di Cannatonic, dovremmo puntualizzare che questa varietà ha molti fenotipi, sebbene tutti abbiano influenza Diesel. È così che è stata creata ed è anche come vuole mantenerla Resin Seeds, in modo tale che ciascuno possa scegliere il fenotipo più adatto alle proprie esigenze e gusto personale, dal momento che sono disponibili piante che contengono percentuali diverse. Questo è il motivo per cui ci sono selezioni così diverse di Cannatonic negli Stati Uniti.

Oltre a ciò, per i motivi già illustrati negli articoli precedenti, i progenitori della Cannatonic sono cambiati. Per quanto riguarda il gruppo regolare di piante, all’inizio c’era un batch di due varietà (Dancehall e Dub) e poi hanno fatto la loro comparsa vari prodotti con progenitori diversi, che mantenevano comunque la coerenza con l’essenza Diesel di questa varietà. Per quanto riguarda il gruppo femminizzato, è stata sempre mantenuta la stessa composizione, sebbene nel 2010 sia stata fatta un’eccezione, nel senso che un batch speciale di 1.000 semi, contenenti una percentuale molto più elevata di CBD, è arrivato sul mercato statunitense e sono state create varie piante a predominanza CBD da questi semi, con un rapporto CBD:THC di circa 20:1.

ACDC, Oracle e Valentine X

La quantità di fenotipi offerti dalla Cannatonic consente una varietà di selezioni possibili. Alcuni selezionatori che hanno portato avanti questa selezione sono onesti e le chiamano Cannatonic per identificarle: Cannatonic X o Cannatonic #4 per esempio. Altri fanno confusione e chiamano le loro selezioni con nomi completamente diversi e ‘inventano’ il nome dei progenitori. Questo sembra proprio quello che è successo con la saga ACDC.

ACDC è un clone d’elite con un rapporto CBD:THC di circa 20:1. Apparentemente, è stato selezionato dal Dottor William Courtney che l’ha chiamato usando la sigla di Alternative Cannabinoid Dietary Cannabis. William Courtney ha optato per l’utilizzo di cannabis naturale, ossia piante fresche usate per produrre succhi che vengono consumati direttamente dai pazienti. In questo modo si dice che si mantengano le forme acide dei cannabinoidi, ossia THCA e CBDA. Fino ad ora non è stato condotto alcuno studio che possa corroborare il metodo del Dottor Courtney che, tra l’altro, ha molti inconvenienti, come il fatto che servano moltissime piante fresche e che la gola dei pazienti si irriti facilmente. Martin Lee di CBD Project sostiene che molte delle dichiarazioni del Dottor Courtney sui vantaggi dei succhi di cannabis siano “ingannevoli” e “infondate”.

Cannatonic-2

Nel 2012 la rivista O’Shaugnessy’s ha pubblicato alcune dichiarazioni di Lawrence Ringo, che spiega di aver ricevuto la ACDC da William Courtney, che gli ha assicurato che si trattava di una pianta sativa utilizzata in Francia come canapa industriale e coltivata in Lussemburgo su una superficie di 13 ettari per utilizzarne foglie e fiori per produrre succhi sati negli studi clinici. Diversi esperti nel settore della canapa industriale hanno smentito le dichiarazioni del Dottor Courtney, poiché non c’erano prove del fatto che l’ACDC fosse prodotta in Francia come canapa industriale. Per di più, in Francia, la coltivazione di canapa industriale senza certificazione è illegale e si è passibili di detenzione.

Ci sono prove del fatto che Jaime di Resin Seeds abbia spedito gratuitamente al Dottor Courtney alcuni semi di Cannatonic, prima che il dottore ‘scoprisse’ l’ACDC. Ho letto alcune e-mail in cui il Dottor Courtney lo ringraziava per la pianta che aveva ricevuto con un susseguirsi di ringraziamenti. Ha persino scritto che grazie al fenotipo 20:1 della Cannatonic avrebbe potuto utilizzare molta meno sostanza vegetale per produrre i succhi. Avrebbe dovuto ringraziarlo pubblicamente, piuttosto di dare un altro nome alla pianta, senza spiegarne la vera origine genetica. Abbiamo scritto ripetutamente, mese dopo mese, al Dottor Courtney e abbiamo chiesto la sua versione di questa confusa storia, ma finora le nostre domande non hanno ricevuto risposta alcuna. In realtà, la comunità della cannabis considera l’ACDC un fenotipo della Cannatonic. A riprova di ciò, Seedfinder, la principale banca dati genetica, lo elenca in questo modo.

A intricare ulteriormente la matassa è un’altra talea con una percentuale e struttura simili, la Oracle. Si tratta della stessa pianta? Come dichiara Project CBD, il laboratorio The Werc Shop ha testato entrambi i cloni d’elite e i risultati mostrano come l’ACDC e la Oracle abbiano un profilo terpenico identico, con una predominanza di mircene e livelli significativi di pinene, beta-cariofillene e bisabololo. C’è perfetta corrispondenza anche a livello di terpeni nella concentrazione ridotta di eudesmol, guaiol, humulene, limonene, valencene o terpineolo.

Apparentemente, un’altra pianta che somiglia moltissimo all’ACDC è la Valentine X, chiamata così per San Valentino, il santo patrono degli epilettici e che si dice abbia un rapporto CBD:THC di circa 25:1.

Altre selezioni della Cannatonic

Huel Perkins o Perkins Cut. Si tratta di un clone selezionato da Huel Perkins, nome di un partecipante del Forum of International Cannagraphic, che è stato dunque chiamato così. Il partecipante Paladin420 ha commentato che questa genetica è circolata gratuitamente nella comunità della cannabis del Michigan e ha vinto molti riconoscimenti. Si tratta di una pianta a predominanza sativa che può essere piuttosto difficile da coltivare, ma per cui vale la pena investire tempo e sforzi. Come afferma Huel Perkins: “Varie persone descrivono diverse fragranze nella mia selezione e io personalmente sento toni di limone, lime e mango, mentre altri sentono ciliegia o arancia. Ad ogni modo, l’aroma è complesso”. Huel Perkins ha fatto testare un olio prodotto dalla sua selezione per analizzare i terpeni e, in ordine di concentrazione, vi sono stati identificati i seguenti: beta-mircene, limonene, alfa-pinene e p-cimene, con quantità inferiori di cariofillene, linalolo e humulene. La varietà Huel Perkins ha una quantità molto bassa di THC e può dunque essere considerata una varietà a predominanza di CBD, che prende il nome di chemotipo III. Nine Fold Genetics ne ha prodotto la Atonic, incrociando la Huel Perkins con una pianta maschio di Good Medicine di Bodhi.

Cannatonic-4

Cannatonic #4. Parlando di questa pianta, Paladin420 assicura che si tratta di un clone d’elite facile da coltivare con un profilo a predominanza indica e buone cime cristallizzate. È un tipo interessante di marijuana, con una fragranza e un aspetto eccellenti, che attirano l’attenzione di tutti nei dispensari. Il suo effetto è deciso, ma senza far girare la testa.

Altri cloni d’elite conosciuti sono la Cannatonic X e la Cannatonic B, entrambi con un elevato contenuto di CBD e un contenuto molto basso di THC, soprattutto la Cannatonix X, che di solito ha CBD in eccesso del 20% e di circa l’1% per il THC.

Resin Seeds e CBD Crew in America

Con l’aumento della popolarità di Resin negli Stati Uniti, nel catalogo sono stati inclusi gusti americani come la Kushtonic, ibrido di Sour Diesel e Dieseltonic. La Sour Diesel ha un gusto accattivante, grazie ai toni terrosi, di benzina, metallici e agrumati/di limone, dovuti soprattutto all’elevato contenuto di limonene. In alcuni fenotipi, questo sapore è descritto come limone cremoso o gelato al limone. I tricomi sono di dimensioni abbondanti, il che dà risultati soddisfacenti al momento di fumarla. Il problema è che ha un effetto eccessivamente potente su alcuni, particolarmente devastante e quindi queste persone hanno bisogno di una Kush più sopportabile. Scegliere qualcosa di più leggere sarebbe quindi più adatto: in realtà Resin Seeds ha scelto questa varietà per fare una versione la cui progenie avrebbe avuto rapporti CBD:THC diversi, affinché ogni coltivatore potesse scegliere il suo effetto preferito. È anche possibile selezionare vari fenotipi con rapporti diversi a seconda delle occasioni.

Jaime ha anche fornito un servizio di consulenza nel primo progetto di CBD Crew negli Stati Uniti, dove ha offerto tre varietà: CBD OG Kush, CBD Scout Cookies e CBD Lily. Queste varietà sono incroci di Remedy, chiamata precedentemente Dulce Canna, rispettivamente composta di cloni d’elite statunitensi della Kush e di una selezione di Lily, pianta di Original Delicatessen, che fa parte della leggenda urbana iberica della selezione. Deriva dall’incrocio della Congo e di un fiore all’occhiello di Original Delicatessen, Reina Madre, pianta che ha anche trasmesso i propri caratteri a Juanita la Lagrimosa. La Lily è una sativa pura, che si distingue per la velocità, come anche per la bellezza delle cime dalla graziosa forma con alcune foglie. Ha un gusto decisamente fruttato e alcuni campioni sanno di ananas dolce, il che le ha garantito il soprannome di “piña colada”. Le tre varietà hanno discendenti con un rapporto CBD:THC di circa 1:1. L’incrocio con la Lily è stato progettato per portare un gusto fruttato e fresco sul panorama della cannabis negli Stati Uniti, mentre con la CBD OG Kush e la CBD Scout Cookies, i sapori classici locali si uniscono a un effetto diverso, più equilibrato. Il primo batch è stato venduto completamente e la CBD OG Kush ha persino vinto alcuni riconoscimenti.

Cannatonic-5

Un dono importante di CBD Crew alla comunità del CBD è Therapythe, la prima linea regolare che offre CBD in tutti i suoi campioni. Finora CBD Crew ha offerto varie linee regolari, dove la Remedy è stata incrociata con varie piante maschio selezionate prese dalla banca di semi MrNice per creare varietà ad alto contenuto di CBD. Quando la Remedy è stata incrociata con una pianta maschio pura Haze di MrNice, il risultato è stato una vera sorpresa, poiché questo incrocio porta a piante che mantengono la predominanza di CBD. Teoricamente, un incrocio fra una pianta a predominanza di CBD e una pianta maschio pura THC produce una varietà ricca di CBD, ma in questo caso, le piante prodotte sono state a predominanza di CBD.

Sebbene la pianta a predominanza di CBD di CBD Crew sia per antonomasia la Remedy, è disponibile anche la Medihaze, una selezione a predominanza di CBD [(Neville’s Haze x Amnesia Haze) x Remedy] da utilizzare negli incroci con un profilo di sativa.

Sohum Seeds

Questa banca è stata fondata da Lawrence Ringo (R.I.P.). Ringo è stato un pioniere nella selezione per CBD negli Stati Uniti, con la sua celebre Sour Tsunami, dove il CBD compariva occasionalmente nella progenie. Questa genetica nasce dalla stessa varietà New York City Diesel del 2004 che ha introdotto il CBD nell’ondata europea. La banca usa questa varietà perché è stata attirata dal suo effetto equilibrato, che non ‘accieca’ eccessivamente chi ne fa uso, oltre al gusto eccezionale.

Nel 2012, Lawrence Ringo ha presentato alcune varietà nuove, fra cui figuravano la straordinaria Canna-Tsu, un incrocio di Sour Tsunami e Cannatonic con un rapporto 2:1. Lawrence considerava la Cannatonic una pianta estremamente interessante. Ha fatto anche un incrocio di Sour Tsunami con ACDC, sebbene Ringo non fosse a conoscenza del fatto che l’ACDC fosse in realtà un fenotipo della Cannatonic, a causa della confusione provocata dal Dottor William Courtney, che gli aveva assicurata che si trattava di una sativa coltivata come canapa industriale in Francia. Lawrence ha inoltre incontrato Jaime di Resin Seeds e questo è diventato un incontro storico fra i due selezionatori con maggior esperienza del panorama statunitense del CBD.

The House of the Great Gardener

Questa banca di semi ha raggiunto l’Europa con un ibrido di Cannatonic ed è stata la prima banca di semi del continente americano a vincere un riconoscimento per la concentrazione massima di CBD alla High Times Cannabis Cup di Amsterdam nel 2014 con la CBD René, un incrocio di una selezione di Cannabis e di una pianta maschio di René. Ha appena presentato la CBD Haoma, dove questa pianta Cannatonic è stata incrociata con la Haoma (Purps x Afghani).

Sebbene The House of the Great Gardener sia una banca di semi canadese, partecipa alle fiere e ai festival europei ed è stata vista addirittura negli stand di Serious Seeds e CBD Crew, due banche con cui ha ottimi rapporti.

Cannatonic-6

SuperCBDx

Questo è uno dei progetti a 360 gradi sviluppati a partire dalla varietà Cannatonic negli Stati Uniti. I primi sviluppi di questa varietà sono stati fatti da PJ. Quando ha contratto una grave malattia, si è interessato alle piante a elevato contenuto di CBD, che gli hanno salvato la vita. Nel 2010 ha iniziato a raccogliere informazioni sui metodi di selezione e ha acquistato alcuni semi regolari di Cannatonic. Nel 2011 ha prodotto una varietà con un elevato contenuto di CBD e un basso contenuto di THC. Ha continuato a lavorare su questa varietà per 4 anni, con impollinazioni aperte. La genetica ha seguito un doppio percorso, perché è stata poi sviluppata in Spagna dalla banca Genofarm, che ha fatto due impollinazioni aperte e una versione femminizzata di questa pianta. Genofarm ha selezionato le piante più rapide e ha anche preso in considerazione altri fattori, come la quantità di resina, l’aroma e la struttura.

Dopo anni di lavoro di selezione, è riuscita a stabilizzare la SuperCBDx a un rapporto CBD:THC di circa 26:1, con un’abbondante quantità di terpeni. Per ordine d’importanza, quelli in maggior concentrazione, sono: mircene, borneolo, pinene e guaiolo. Questa genetica ha una struttura solida, sebbene si allunghi abbastanza raggiungendo una buona altezza, con uno sviluppo limitato della ramificazione laterale, il che concentra la produzione sulla punta della pianta. Se la temperatura si abbassa alla fine del periodo di fioritura, la pianta diventa di colore viola. Le cime sono allungate e resinose, con un sapore dolce di Diesel.

Oltre a produrre la versione femminizzata della SuperCBDx, Genofarm l’ha usata nella sua banca per creare la versione 2.0 della sua Medicritical, come anche oltre 30 incroci sperimentali diversi con le migliori varietà della sua banca dati genetica.

Medical Marijuana Genetics

Questa banca dedicata alla cannabis per uso medico verrà presto presentata alla comunità della cannabis. I titolari sono britannici ma il lavoro di selezione è stato sviluppato da coltivatori esperti spagnoli.

La base di questa banca di semi è un incrocio di ACDC con Harlequin chiamato Candida e sono stati selezionati vari fenotipi dalla sua progenie. Il prodotto di questa selezione è una pianta con il 21% di CBD e lo 0,9% di THC. Ha utilizzato questo clone d’elite per produrre 18 incroci sperimentali con varietà quali: Tijuana, Juanita la Lagrimosa, Oldberry (Juanita la Lagrimosa x Shishkaberry Burgos), Erdpurt, Somango Cheese, Diesel SKD, Critical Mass, Peyote Purple, Girl Scout Cookies Forum Cut, Skunk#1 e altre. Ha anche prodotto un S1 dalla Candida, chiamato CD1. Ha selezionato poi cinque di queste varietà con diversi rapporti che sono attualmente disponibili nel primo catalogo.

Altre banche americane

Fra le varie informazioni che ho reperito in diversi siti web, fra cui quelli degni di nota sono Seedfinder e una raccolta fatta da Primal Haze in un post di ICMag, ho individuato altre banche americane dove la Cannatonic o alcune piante da questa discendenti sono utilizzate, soprattutto l’ACDC, una pianta che idealmente dovrebbe essere usata per creare piante ricche di CBD per la sua predominanza di CBD.

Sin City Seeds

Diverse varietà, con rapporti differenti, sono commercializzate da questa banca. Thunderstruck (S1 of ACDC x ACDC), Treasure Island (Swiss Gold x ACDC), HarleSin (ACDC x Harlequin), IncrediblePower [(OmRita x BluePower) x ACDC] e Cancer’s Nightmare (Cannatonic x WhiteNightmare). % CBD, 1:1 THC/CBD

Med Tree Seeds

TOCI. Creazione del partecipante al forum EcTraveler prodotta da ACDC incrociata con una pianta maschio di Xena selezionando poi da un gruppo di tre piante, il campione che ha trasmesso più caratteri di Xena alla progenie. È una pianta piuttosto resinosa con gusto di bacche, ananas, uva e agrume. Héroes (incrocio di TOCI 20:1 e Tangie). EMT (ACDC x Canna-Tsu).

Bodhi Seeds

CBD Rich Blessings. Ibrido derivante da incrocio fra una ACDC e una pianta ricca di CBD di Good Medicine (Harlequin x Appalachia).

Love Genetics

Banca che ha sviluppato una serie di varietà basate sulla Cannatonic e sulla sua progenie.

Ha inizialmente proposto la The Love, un S1 derivante da autoimpollinazione di una ACDC. Questa pianta è stata poi utilizzata per creare la Sol Love (The Love x Lemon Créme), in seguito la Forbidden Love (Sol Love x Jack Phoenix #2) e infine la Burnin’ Love (Forbidden Love x Jack Phoenix #2).

Ha anche fatto una serie di incroci di CBD Rich Blessings con altre varietà, ossia OM (F1 di CBD Rich Blessings), Pineapple Sage (incrocio di due fenotipi diversi di CBD Rich Blessings), Smoke (Dragonhead x CBD Rich Blessings), Archangel (Locomotive x CBD Rich Blessings) e Metronome (Thunderhead x CBD Rich Blessings).

Dalla Valhalla (ACDC x Sky Dragon), ha sviluppato una serie di incroci, come: Elysian Fields (Cali Lavender x Valhalla), Gangsta’s Paradise (O.G. Love x Valhalla), Heavenly Love (Sol love x Valhalla), The Alchemist (CBD Rich Blessings x Valhalla), Holy Ghost (Ghost OG x Valhalla), Titanium Fire (Dragonhead x Valhalla) e Valkyrie (Valhalla x Jack Phoenix #2).

303 Seeds

Dalla Z7 (incrocio sperimentale fatto da CBD Crew fra una Cannatonic e una Afghan/Skunk) sono stati fatti vari incroci, ovvero: Ambulance (BioDiesel x Z7), Meltdown [(Bubblegum x Blueberry) x Z7], Night Star (Sensi Star x Z7), e Snowpack (Snowcap x Z7).

Boneyard Seeds Norcal

Cancer Battling Dank aka C.B.D. (ACDC x Ángel).

MTG Seeds

CbcanD, incrocio di una Cannatonic con una C.B.Diesel (Harlequin x Turbo Diesel). Questa varietà non è ancora in vendita, ma ha già vinto sei riconoscimenti per il CBD.

Apothecary Genetics

CannaBerry (Cannatonic incrociata con una pianta maschio di Blackberry).

RedEyed Genetics

Hawkeye (Cannatonic x Mt.Rainer).

Poppa Pain Strains

Hazy Med CBD (Super Silver Haze x Skunk#1 x Cannatonic)

Oregon Microgrowers Guild

Lucy’s Lion S1 (versione autoimpollinata di ACDC). Ha selezionato la Franks Gift dalla CBD Skunk Haze di CBD Crew e l’ha utilizzata per sviluppare una varietà autoimpollinata con il nome di Franks Gift S1.

Pua Mana Pakolo

HI CBD (Charlotte’s Web x Cannatonic)

Critical Mass Collective

Psychotropic Mass (Monster Mass x Cannatonic)

La Plata Labs.

Quin-N-Tonic (doppio incrocio di Harlequin x Cannatonic) e CBDGOG (Durango OG x Quin-N-Tonic).

Green Man Organics

ShishKaTonic (Cannatonic x Shish99)

Moxie710

VCDC (Viper City OG x ACDC)

Southern Star Seeds

Public Image, un incrocio fra un incrocio di quarta generazione di Harlequin e Sweet N Sour Widow (che a sua volta è un incrocio di Remedy e Black Widow, fatto da CBD Crew).

Cannabis Cups

Negli articoli precedenti, abbiamo già citato la Cannatonic come una delle varietà spagnole più famose che si è aggiudicata riconoscimenti prestigiosi. Il suo successo stellare è proseguito anche negli Stati Uniti e può essere già considerata la pianta iberica ad aver vinto più premi.

Come High Times scrive nell’articolo intitolato “Le migliori varietà CBD del 2015”, la Cannatonic ha vinto a mani basse nei concorsi statunitensi del 2015, attraverso la sua progenie ma anche le celebri selezioni e incroci. L’articolo fa inoltre riferimento ai concorsi in cui il primo, secondo e terzo posto sono stati vinti da varietà imparentate con la Cannatonic. Per esempio, alla Michigan Medical Cannabis Cup, la famiglia Cannatonic ha vinto tutti i premi nelle categorie CBD per fiori ed estratti. Un risultato simile lo ha ottenuto alla NorCal Medical Cannabis Cup, dove cinque dei sei riconoscimenti sono stati vinti da queste varietà. Un altro esempio è la SoCal Medical Cannabis, dove la famiglia Cannatonic si è piazzata prima e seconda nelle categorie fiori e resina, vincendo quindi quattro dei sei trofei. Può essere ora considerata la Skunk delle varietà ricche di CBD negli Stati Uniti, figurando nel 90% degli ibridi insigniti da numerosi riconoscimenti.

Cannatonic-7

Conclusioni

Nonostante la nostra descrizione dettagliata, i cloni d’elite e le varietà statunitensi che provengono dalla Cannatonic vanno senza dubbio oltre quanto riportato, anche se i selezionatori tendono a non ammetterlo per una serie di motivi, come per esempio il fatto che alcuni la fanno passare per canapa industriale perché abbia una parvenza di legalità, oppure che altri rivendicano la paternità di questa genetica, o ancora che si vuole tenere segreta l’origine di questa selezione. A volte è semplicemente questione di gusto personale, mancanza di conoscenza e altri motivi.

È molto strano che, dal 2009, quando Jaime di Resin Seeds ha iniziato a spedire semi di Cannatonic in America, sono nate ovunque varietà nuove ricche di CBD, senza che i selezionatori fornissero informazioni dettagliate sul lavoro di selezione. Tutte queste ‘creazioni’ e ‘scoperte’ dovrebbero essere messe in discussione, perché dichiarare che “è stata creata” una nuova pianta ricca di CBD richiede prove inconfutabili, che nessuno ha fornito per il momento. Nel prossimo articolo, parleremo maggiormente di alcune di queste genetiche che hanno una storia poco chiara.

Ad ogni modo, è un fatto dimostrato che la Cannatonic è la pietra miliare delle piante CBD selezionate negli Stati Uniti, a livello di numero di talee, ibridi sviluppati da essa e riconoscimenti vinti nei concorsi. A questo punto, si può affermare senza ombra di dubbio che la Cannatonic è la varietà ad aver influenzato maggiormente il panorama CBD statunitense.

Text: H. Madera

Condividi questo articolo Linkedin Pinterest
[pro_ad_display_adzone id=425]

Leggi ancora

Notizie

La grazia di Mattarella – Travagliata storia a lieto fine per un paziente trentino

Per: Kevin, July 13, 2018

La notizia è arrivata a metà del marzo scorso e, nonostante sia una buona notizia, lascia purtroppo con l’amaro in bocca. Il presidente della...

— Leggi ancora
Notizie

Candida canapa, ma dopo le elezioni

Per: Kevin, May 17, 2018

A poche settimane dalle elezioni politiche del 4 marzo, grande è il disordine sotto il cielo in tutta la penisola. E a differenza di...

— Leggi ancora
Notizie

Fuori agenda: la scomparsa della cannabis dalla politica italiana

Per: Kevin, April 25, 2018

Lo scorso 4 marzo l’Italia è stata chiamata alle urne per eleggere il suo nuovo governo. Al momento in cui scriviamo, i risultati non...

— Leggi ancora
Notizie

Follia dello spinello alla romana

Per: Soft Secrets, April 13, 2018

Fin dall’antica Roma la stigmatizzazione degli avversari politici ha preceduto la loro repressione secondo l’azzeccata definizione dello psichiatra statunitense di origine ungherese Thomas Szasz,...

— Leggi ancora
SoftSecrets nu ook online

Soft Secrets è anche disponibile online

Interviste sull'attualità ed i suoi personaggi. Articoli che vi emozionano ed immagini che vi inspirano. Ma anche rubriche sulla bellezza, la moda, la cucina, la TV, musica, arte e cinema.

Tutti i numeri
x

We use cookies to give you the best possible online experience. By agreement you allow us to use cookies as indicated in our cookies policy.